venerdì 14 febbraio 2014

Olocausto

Mostra "Olocausto"

Oggi la tua classe ha visitato la mostra "Olocausto", presso la scuola sec. di Zanica.
Scrivi il diario della visita...

17 commenti:

  1. martedì 18 febbraio 2014
    Venerdì scorso siamo andati a vedere la mostra dell' "Olocausto".
    Questa mostra mi ha molto colpito perchè non mi immaginavo tutte queste cose che sono successe.
    Questa mostra la consiglierei agli altri perchè ti fa molto riflettere su tutto quello che ci circonda anche se i quadri erano molto tristi mi sono piaciuti, anche la tecnica che l'artista ha usato mi è piaciuta molto perchè cercava di esprimere tutto quello che è successo tramite dei disegni molto particolari.

    RispondiElimina
  2. Martedì 18 Febbraio 2014
    Caro Utente,
    Sai ke venerdì 14/02 siamo andati a vedere la mostra dell'Olocausto? Era stupendo.
    La mostra ha suscitato in me sopratt INGIUSTIZIA e Rabbia. tt parte xk sn state create delle "razze" che nn c dovrebbero exere, usate sl dll pers. stupide x dire ke hanno una "superiorità": sl d forza, ma d mente, sn pers. negligenti e ignoranti, ke nn capiscono il vero senso della vita. qst mostra mi è sembrata mlt interexnt: sl vedere i disegni m fa "vergogna".il qdr intitoolato "rassegna", m ha colpito mlt xk sl pens. a tt qll pers. ke si arrendono alla sconfitta, c dv far pensare: nl mnd di gg nn dbbm ragionare cm bestie, ma cm uomini, dotati di intelligenza pensare a "pace" "fraternita" e nn a "odio" e "guerra". qnd io dc, amate gli altrui. Baci.

    RispondiElimina
  3. 14/02/14
    Caro diario,
    adesso ti voglio parlare della mostra dell'Olocausto.
    Il motivo ricorrente è il dolore e il roxo del sangue, l'opera ke mi è sembrata più significativa è l'immagine con scritto:"IL LAVORO RENDE LIBERI".
    Xkè il lavoro nn rende liberi ma uccide.
    La mostra a me ha suscitato interesse, pena e tristezza x la povera gente ke ha vissuto quei momenti bruttissimi; l'artista ha voluto trasmetterci il dolore che hanno provato quelle persone.
    L'artista ha usato i colori cm parole, poi la mostra mi ha ftt capire che ai tempi di HITLER era dura sopravvivere e che bisognava lavorare moltissimo; la mostra tutto sommato mi è piaciuta e il mio voto è 8 xkè sembrava stra realistica e sembrava ke eravamo tornati indietro nel tempo.
    La consiglierei a tutti gli appassionati di storia xkè dalle foto esce praticamente la realtà.

    Ora vd ciaoooooooooooo! A doma....

    RispondiElimina
  4. La mostra dell'Olocausto mi è piaciuta molto, perché secondo me è bello ricordare quello che è successo, in modo da non farlo accadere di nuovo. Il professore ci ha chiesto quale è stato il quadro che ci è piaciuto di più: Il Dormitorio, secondo me, perché esprimeva l'impossibilità di dormire per la paura di morire. Di certo non avrei voluto che accadesse a me! Quando guardavo i quadri mi sono quasi immaginata ad un campo di concentramento, dietro il filo spinato, a vedere la speranza della liberazione scivolare via dagli occhi dei miei compagni. Secondo me il pittore, con gli schizzi di pittura sui dipinti, voleva esprimere il caos presente nel campo. Secondo me la Shoa insegna che le differenze, di qualsiasi tipo, non devono dividerci. Se fosse stato un compito a casa, io al pittore avrei dato un 8, perché mi ha reso capace di notare la disperazione dei deportati.

    RispondiElimina
  5. 14/02/14
    Caro diario,

    Adesso ti parlo della mostra che abbiamo visto oggi: la mostra dell' olocausto
    secondo me il motivo ricorrente e per farci ricorrere al passato
    L'opera che mi è piaciuta di più è stata quella "Bianco,verde,blu" xchè mostra le varie classificazioni dell' olocausto. La mostra mi ha suscitato tristezza pensando a quel che è successo nel passato.
    Secondo me l 'artista vuole esprimere il messaggio attraverso colori freddi.
    Ho capito che bisogna prima pensare a quel che si fa.
    Sai diario.... secondo me la mostra doveva essere più completa con dei teli colorati che abbellivano xò mi è piaciuta molto la disposizione.
    Io lo consiglierei xchè mi è stata molto bella cmq vacci anche tu mio caro diario ;)
    Ora vado ciaooooo....A DOMANI..

    RispondiElimina
  6. Martedì 18 Febbraio
    I quadri che c'erano nella mostra erano molti ed erano intitolati:
    1- Solidarietà
    2- Adolf
    3- Tessera di donna
    4- Deportato
    5- Fossa comune
    6- Il maligno
    7- Bianco verde e blu
    8- Tessera di uomo
    9- Rassegna
    10- INTERNATI
    11- b7456
    12- Adonata
    13- Notte al campo
    14- Il percorso
    15- Dormitorio
    16- Il rango
    17- L'attesa
    18- Kapò
    19- Il lavoro rende liberi
    20- Nuovi arrivi
    21- Ortenuti
    22- Foto di famiglia
    23- I corani

    RispondiElimina
  7. Mariano Scazzigebuler18 febbraio 2014 10:59

    La mostra dell'olocausto mi ha fatto pensare alla guerra il quadro che mi ha dato più emozione e stato il dormitorio, la mostra mi ha suscitato emozioni di tristezza, dolore e solitudine.il messaggio che mi ha trasmesso e stato quello di far capire cosa è successo e di non non farlo più. IL quadro e stato rappresentato a schizzi e con dolore.Le mie emozioni sono state quelle di dolore,tristezza e solitudine.
    Alla mostra do un' 8 perché alcuni quadri non mi trasmettevano niente.
    questa mostra anche se piccola la consiglierei alla gente per fargli capire cosa e successo durante la dittatura e cosa hanno fatto i Nazisti a tutte quelle persone
    ='( ='( ='( ='( ='( ='( ='( ='(

    RispondiElimina
  8. Alice tassilliv18 febbraio 2014 10:59

    18/02/14
    ...ll giorno 14/02/14 siamo andati a vedere la mostra sull' ocausto nell' auditorium della scuola.
    Questa mostra è importante perché ci fa ricordare quel che è accaduto e portarlo avanti. Il quadro che mi ha colpito di più è stato "il dormitorio" perché ho capito in che situazione stavano delle persone innocenti. Tutti i quadri che ho visto mi hanno suscitato tristezza perché non è giusto che delle persone che si credono superiori trattino cosi' male gli altri. Inoltre il pittore ha rappresentato questi quadri utilizzando colori cupi per trasmetterci tristezza e malinconia. Secondo me è molto importante che tutti sappiano cio' che è successo in modo che non si ripeta anche oggi ma anche per ricordare e sapere il passato.

    RispondiElimina
  9. Alisia Balledrin18 febbraio 2014 11:00

    18/02/2014

    il giorno 14/02/2014 siamo andati a vedere una mostra riguardante l' olocausto. Per me quella mostra è stata fatta per non far dimenticare quello che era successo in passato nei campi di concentramento. La mostra mi è piaciuta molto perché rappresentava molto bene i fatti del passato. Questa mi ha suscitato tristezza perché quelle povere persone innocenti erano in pessime condizioni e lo erano ingiustamente e hanno passato cose orribili. Gli artisti che hanno fatto quei dipinti hanno usati tutti colori molto cupi come il nero che secondo me rappresentava la paura che le persone vivevano ogni giorno, oppure il blu, il verde scuro che per me volevano dire la tristezza, la tristezza che le famiglie provavano quando venivano divise o quando si trovavano dietro a un filo spinato tutti con una divisa uguale e che magari non capivano nemmeno quello che succedeva e che ormai avevano perso le speranze di vivere una vita felice. Secondo me le anche le poche persone che sono riuscite a scappare da quell' incubo non hanno passato dei giorni belli anche perché se una parte di loro stava bene ed era riuscita a trovare la felicità c'era anche un'altra parte di esse che soffriva, perché secondo me non è facile dimenticare cose del genere. Questa mostra la consiglierei a qualcuno perché ti fa molto riflettere su quel che in passato è successo ricorda molto bene quei fatti ed è rappresentata molto bene.

    RispondiElimina
  10. Caro Diario,
    oggi siamo andati a vedere la mostra dell'OLOCAUSTO e mi è piaciuta molto perchè se si cercava di entrare nel quadro si potevano sentire le emozioni dei prigionieri di Hytler.
    L'opera che mi è sembrata più significativa era il "Dormitorio" perchè erano come delle gabbie di uccellini.
    Secondo me l'artista voleva dirci che se noi ci mettemmo nei panni dei prigionieri di Hytler com'è che ci sentiremo.
    Ma la cosa che mi è piaciuta di più era la tecnica e i colori come nell'opera "Maligno" che cera una faccia di un diavolo nascosta.
    Questo io lo consiglierei a te e a tutto il mondo perchè potremmo evitare che queste cose non accadessero mai più.
    Ora dovrei andare ti saluto!.

    RispondiElimina
  11. 18/02/2014
    caro diario,
    oggi ti voglio scrivere della mostra dell' Olocaustro.
    Il colore prevalente era il roxo e il nero ke mi suscitavano delle emozioni mlt forti cm
    pena,tristezza x la morte di quelle povere persone ke morivano solo perchè la gnt gli odiava scd me l'artista lo ha fatto per ricordare queste persone per non dimenticare cosa hanno fatto i nostri antenati a queste persone.

    RispondiElimina
  12. COSONOVO VITTIRITRI18 febbraio 2014 11:01

    Martedi 18 2014
    Oggi siamo ndati a vdere la mostra dell'orocausto,è stato "deprimente" sapere ciò che gli ebrei hanno subito nei campi di concentramento,anche perchè sono stati uccisi senza un motivo,ovvero INNOCENTI.
    I quadri che abbiamo visto erano molto belli sembrava che parlassero di ciò che l'artista provava. A PIU TARDI.

    RispondiElimina
  13. tutti i quadri erano fatti con la tristezza. gli occhi della gente erano tristi e quelli del quadro kapo' erano grossi e azzuri. tutti i quadri non mi anno suscitato niente,l' artista a comunicato il dolore nei disegni.la mostra li do 4 su 10.perche non mi piacevano i quadri tranne kapo'rche non perche gli altri sembravano fatti da un bammbino , non consiglio la mostra perche non li piace

    RispondiElimina
  14. Maria Veroliaso18 febbraio 2014 11:02

    Martedì 18 febbraio 2014
    Nella mostra dell'olocausto ho notato molti motivi ricorrenti come la pittura nei quadri che si ripeteva in tutti col colore nero che per me significa morte,tristezza,dispiacere di quella povera gente...l'opera che mi è piaciuta di più è stata "Il lavoro rende liberi" mi piaceva per come era rappresentato e per i colori e capivo com'era veramente il campo.
    Guardando tutti i quadri sentivo dentro di me tristezza,paura,rabbia e rancore.
    Il messaggio dell'artista,quello che ci faceva vedere e capire,era quello che passavano e vivevano quelle povere persone strappate dalle loro case dalla loro famiglia semplicemente per quello che erano.
    L'autore usava delle tecniche per far capire quello che succedeva ad Auschwitz.
    Inoltre mi ha suscitato molta tristezza e non riesco a capire come le persone riuscivano ad arrivare a questo punto.
    Alla mostra dò un voto di:7 perchè in alcuni quadri non si capiva quello che si rappresentava.
    Questa mostra la consiglierei alla mia famiglia come approfondimento sulla vicenda.

    RispondiElimina
  15. Martedì 18/02/2014
    Caro diario,
    Il quadro più significativo per me è stato"Il maligno" perchè rappresenta Hitler che con sguardo perfido,come se fosse il diavolo in persona e credendosi superiore(anche se non c'è motivo per crederlo)comanda gli Ebrei.
    Ho provato delle sensazioni orrende e ho visto il terrore negli occhi dei deportati,e mi incute terrore il solo pensiero che una persona abbia potuto fare delle cose del genere a delle persone come noi senza alcun motivo e poi,con quale diritto Hitler poteva decidere chi doveva venire ucciso e chi no.Gli Ebrei poi,credevano di lavorare per essere liberati quando invece non era affatto così perchè poi li uccidevano sempre.Spero che non ricapiti mai una cosa del genere perchè tutti dovremmo avere gli stessi diritti degli altri e non c'è nessuno inferioreno superiore agli altri.
    Ora devo andare,alla prossima.
    Ciaooo

    RispondiElimina
  16. Martedì 18\02\ 14
    abbiamo visto la mostra dell' olocausto il quadro che mi a colpito di piu' quello che rappresentava la madre che proteggeva il proprio figlio perche mi suscitato tristezza per quella madre cosi sofferente dal dispiacere di perdere il figlio la mostra mi ha fatto capire che quelle povere persone sono morte senza colpa secondo me il messaggio dell' artista e ' il ricordo e il rispetto per l' olocausto. La mia riflessione personale di ricordare sempre in ogni momento il fatto di essere stati fortunati a non aver subito quella catastrofe. ora vado bacioni......

    RispondiElimina
  17. alla mostra ho visto immaggini,tutti i colore sono rossa,come il sangue.
    lasciate che le generazione future sappiano nostra vita nazionale,prima di quello che e successo,sforziamoci per saperne di più.

    RispondiElimina